Piatti tipici

La cuddhura

  • Giovedì, 18 Aprile 2019
La cuddhura

Il Salento, terra ricca di tradizioni culturali, artistiche e culinarie, durante il periodo di Pasqua imbandisce le tavole con svariati piatti tipici e con i famosi dolci pasquali del luogo. Tra le specialità c’è la “Coddhura”, il cui nome deriva dal greco antico κολλύρα, che significa corona e ne sottolinea la struttura a ciambella. In passato questa forma serviva ai pastori e ai viandanti per infilarla nel bastone o nel braccio e portarla comodamente con sé nei lunghi spostamenti. Da tale nome derivano poi tutte le varie modificazioni ortografiche relative alle singole zone di produzione che identificano prodotti da forno tra loro simili, ma a volte anche diversi nelle forme e negli ingredienti. La cuddhura infatti, dolce o salata, è riconosciuta con sei diverse denominazioni come prodotto agroalimentare tradizionale (Pat) dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf), di cui quattro siciliane, una calabrese e una pugliese. Il nome di questo tipico pane pasquale, con al centro l'uovo sodo (cuddhura cu l'oe), tuttavia, cambia anche a seconda della forma che gli viene data in fase di preparazione, in un mix di tradizione contadina, creatività e antichi significati. La cuddhura veniva regalata soprattutto ai più piccoli, ad ognuno dei quali era associata una forma diversa: la “Pupa”, ovvero la bambola, per le femminucce, mentre il “Caddhuzzu”, il gallo, per i maschietti. A forma di cuore, invece, era il regalo preferito degli innamorati, che avevano l'abitudine di scambiarle in segno d’amore. La cuddhura non è soltanto una tradizione culinaria, ma essendo legata al periodo della Resurrezione di Cristo, conserva un valore molto più profondo, è un simbolo di rinascita e di abbondanza. Una tradizione anticamente presente solo nelle tavole dei più poveri, negli anni è stata rivalutata e oggi viene gustata in tutte le case dopo il digiuno quaresimale, grazie alle massaie che hanno tramandato per secoli la ricetta originale, fatta di semplici ingredienti: farina, zucchero, olio, ammoniaca e uova. (Ilenia Falco)

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy