Gastronomia tipica

Il “rustico” salentino

  • Lunedì, 12 Novembre 2018
Il “rustico” salentino

Nonostante il nome, il “rustico” salentino è una delizia che conquista il palato, fa parte della tradizione gastronomica “da passeggio” ed è possibile trovarlo in ogni bar, rosticceria o panetteria specializzata. Va consumato molto caldo per apprezzarne meglio il gusto e il filare della mozzarella, può servire da spuntino di metà mattina o come stuzzichino con l’aperitivo prima del pranzo o della cena, sia in estate che in inverno. Il rustico non nasce dalla cucina povera contadina, come molte altre specialità salentine, perché non era semplice reperire ingredienti come la besciamella e la pasta sfoglia. È più probabile che la ricetta derivi dagli ambienti aristocratici della seconda metà del 1700, dopo la diffusione della besciamella. Viene prodotto utilizzando due dischi di pasta sfoglia che ricoprono un ripieno di mozzarella, besciamella, pomodoro e sovente pepe e noce moscata, viene spennellato con uovo e cotto in forno. È presente nell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali redatto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy