Episodio estremo ma emblematico

No ai cani sul bus e si rischia l'incidente

  • Venerdì, 31 Maggio 2019
No ai cani sul bus e si rischia l'incidente

Quanto accaduto a Roma dovrebbe far riflettere tutti sulla opportunità di regolamentare meglio in Italia la presenza, sempre più invadente degli animali, nei locali e sui mezzi pubblici.

E' accaduto a Roma: un conducente di un bus dell'Atac vieta ad un signore di salire sul mezzo pubblico con i suoi quattro-cinque cani al seguito per non creare disagi ai passeggeri. Il signore con i cani non gradisce il rifiuto e si mette davanti al bus per non farlo ripartire, con questo interrompendo un servizio pubblico. Probabilmente per cercare di farlo spostare, l'autista accenna a partire con una accelerazione causando l'impatto, per fortuna lieve, col padrone dei cani. Questi in sintesi i fatti. E' evidente che da questo episodio, finito in prima pagina su giornali e tv nazionali, emerga chiaramente che il problema è una carenza della legge che dà eccessiva facoltà ai padroni di accedere dovunque con i loro animali, trascurando un po' troppo l'esigenza di tutelare gli essere umani nel loro diritto di poter viaggiare sui mezzi pubblici, prendere un caffè al bar o mangiare un piatto di spaghetti al ristorante senza essere contornati dagli animali. Come accade già per i fumatori, tutelando prima gli esseri umani, forse bisognerebbe che la legge autorizzi la presenza degli animali negli ambienti pubblici solo in presenza di appositi spazi predisposti per la loro accoglienza. (Quella allegata è una foto generica non riferita all’episodio accaduto a Roma)

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy