Firmata la “Carta dei servizi” a sostegno del “Progetto Policoro”

La Chiesa di Seccia: “ora et labora”

  • Venerdì, 23 Agosto 2019
La Chiesa di Seccia: “ora et labora”

“Carta dei servizi”, “Micro-credito Sant’Oronzo”, “Cooperativa ArtWork” … l’Arcidiocesi di Lecce sta mostrato una particolare sensibilità per le iniziative concrete in favore del lavoro e dell’occupazione dei giovani salentini. L’impulso con l’arrivo dell’arcivescovo Michele Seccia.

Siglata ieri nell’Episcopio dell’Arcidiocesi di Lecce la “Carta dei servizi” al sostegno del “Progetto Policoro” (una iniziativa della CEI che ha lo scopo di aiutare i giovani del Sud dell'Italia, disoccupati o sottoccupati, a cercare lavoro). Con la sottoscrizione della “Carta dei servizi”, primo firmatario l’arcivescovo Michele Seccia, la Camera di Commercio, Confartigianato, Confcooperative, Azione cattolica, Cisl, Libera, Agesci, Banca Popolare Pugliese, Coldiretti, Rotary Club Lecce si sono dichiarate disponibili a collaborare con il “Progetto Policoro” per offrire un supporto concreto ai giovani del territorio che hanno in animo di iniziare una propria attività lavorativa. «Con la sigla della “Carta dei Servizi”», ha commentato l’arcivescovo Seccia, «la Chiesa di Lecce, formalizza una missione già feconda e si impegna a offrire un servizio ancor più completo grazie al supporto della filiera di tutte le realtà firmatarie, nella concreta speranza di poter essere sempre più vicini come comunità cristiana alle necessità di tanti giovani che cercano di farsi strada seguendo la stella del proprio talento».

La “Carta dei servizi” è solo l’ultima iniziativa dell’Arcidiocesi di Lecce in ambito lavorativo e rappresenta uno strumento in continuità con il “Micro-credito Sant’Oronzo”, già operante da quattro anni, i cui finanziamenti hanno già dato l’opportunità ad una decina di realtà imprenditoriali giovanili di proporsi sul territorio. «In questi quattro anni, con il “Micro-credito Sant’Oronzo” abbiamo dimostrato di poter dare una mano al mondo giovanile, lavorando in sinergia con le varie filiere», ha detto mons. Nicola Macculi, Vicario per la pastorale sociale e il lavoro, «con la “Carta dei servizi” ci auguriamo di poter fare ancora meglio, aiutando i giovani volenterosi di impegnarsi in proprio, in forma individuale o cooperativistica, puntando sull’aiuto che tutte le filiere possono darci per favorire quanto più possibile questa opportunità che purtroppo ancora molti non conoscono. La “Carta dei servizi” serve proprio per raggiungere quanta più gente possibile».

L’impulso con l’arrivo dell’Arcivescovo metropolita Michele Seccia, nel settembre 2017. Con lui, l’Arcidiocesi di Lecce ha mostrato una particolare sensibilità per le iniziative concrete di lavoro in favore dei giovani e una nuova disponibilità alla apertura dei luoghi sacri per eventi laici, come la concessione della Piazza Duomo per il concerto de Il Volo, non senza qualche polemica. Ma la vera novità è stata la costituzione della “Cooperativa sociale ArtWork” che ha dato lavoro ad una trentina di giovani. Con il progetto “LecceEcclesiae – alla scoperta del Barocco”, la cooperativa ha realizzato una vera e propria rivoluzione nella gestione del patrimonio artistico-religioso leccese: l’apertura di alcune delle chiese più importati (Duomo, Santa Croce, Santa Chiara e San Matteo) durante tutto il giorno e la loro visita tramite pagamento di un ticket. L’iniziativa partita, pur tra qualche polemica, in questa stagione estiva, sì è rivelata subito un grande successo con migliaia di biglietti staccati.

(Foto da www.portalecce.it)

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy