• Home
  • Notizie
  • La Calabria dice no alla secessione dei ricchi
REGIONALISMO

La Calabria dice no alla secessione dei ricchi

  • Venerdì, 01 Febbraio 2019
La Calabria dice no alla secessione dei ricchi

La Regione Calabria è pronta alle barricate contro l’autonomia rafforzata delle regioni ricche del Nord. Il Consiglio regionale calabro ha approvato all’unanimità una diffida al governo gialloverde, pronti a ricorrere alla Consulta. La Puglia segua il suo esempio.

Il Consiglio regionale della Calabria ha ufficialmente diffidato il governo Conte dal prendere provvedimenti che possano favorire solo alcune regioni ricche del Nord. Il Sud comincia a reagire all’ipotesi dell’autonomia regionale differenziata che il governo gialloverde vorrebbe concedere a Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Il Consiglio regionale della Calabria ha approvato all’unanimità una mozione che impegna la Regione ad agire con tutti i mezzi contro l’autonomia differenziata. Sullo sfondo, dunque, si profila il ricorso alla Corte costituzionale sulla base dell’art. 117 della Carta che stabilisce le competenze fra Stato e Regioni.

La Regione Calabria è pronta dunque alle barricate e chiama le altre Regioni meridionali a mobilitarsi affinché il progetto dell’autonomia rafforzata non vada a ledere la equa distribuzione delle risorse pubbliche fra tutti i cittadini italiani. La mozione regionale chiede che non vengano trasferiti altri poteri ad altre regioni senza prima aver «definito i livelli essenziali delle prestazioni che devono essere garantiti a tutto il territorio nazionale».

La Puglia risponda all’appello lanciato dai calabresi e si unisca a loro per contrastare la secessione dei ricchi.

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy