REGIONE/ Votato enendamento a legge elettorale

Consiglio regionale: Lopalco ineleggibile

  • Mercoledì, 29 Luglio 2020
Consiglio regionale: Lopalco ineleggibile

La votazione, a scrutinio segreto, aggiunge alle cause di ineleggibilità anche "i soggetti nominati a qualunque titolo nella task force della Regione". 

Con 28 voti a favore e 19 contrari, il Consiglio regionale ha approvato questa notte, a scrutinio segreto, l'emendamento a firma Damascelli-Conca di modifica dell'articolo 6 della legge elettorale vigente, che aggiunge alle cause di ineleggibilità anche "i soggetti nominati a qualunque titolo nella task force della Regione Puglia, che siano alle dirette dipendenze della stessa o che abbiano stipulato contratti di consulenza o collaborazione". Un emendamento che renderebbe incandidabile l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, posto dal governatore Michele Emiliano a capo della task force regionale per l'emergenza Covid19. L'emendamento poi decadrà insieme ai agli altri circa 1950 presentati, compresa la doppia preferenza di genere, perché il consiglio diviso e la maggioranza in frantumi non riusciranno ad approvare la nuova legge elettorale. La Puglia finisce commissariata dal premier Conte, che provvederà ad inserire la doppia preferenza.

“Passa con circa una decina di franchi tiratori l'emendamento al ddl di riforma della legge elettorale regionale che prevede l'incandidabilità dei componenti delle task force dell'Ente: con voto segreto, su 47 votanti, 28 i voti favorevoli. Un'aperta ribellione, anche dai banchi della maggioranza, al presidente Michele Emiliano e al ruolo ambiguo e strumentale che sta avendo il capo della task force pugliese anti covid", hanno commentato in un comunicato i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia. "È stato sufficiente - continuano - chiedere il voto segreto per iniettare coraggio e buonsenso anche nella maggioranza. È la dimostrazione che la nostra battaglia era fondata: approfittare di un'emergenza sanitaria e dello spazio mediatico che questa ha consentito, e continua a consentire, è il punto più basso di questa legislatura. Senza considerare, inoltre, la poca credibilità che avrebbe avuto l'uomo di scienza nelle sue dichiarazioni e decisioni riguardanti la salute e la vita dei cittadini, sacrificate sull'altare della sua candidatura".

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2020 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy