• Home
  • Notizie
  • Centrodestra, la sfida di Adriana Poli Bortone
LECCE

Centrodestra, la sfida di Adriana Poli Bortone

  • Mercoledì, 06 Febbraio 2019
Centrodestra, la sfida di Adriana Poli Bortone

La leonessa della politica leccese torna a graffiare. La senatrice Adriana Poli Bortone, esponente storica della destra salentina e nazionale, lancia la sua sfida al centrodestra leccese candidandosi a sindaco ma senza sottoporsi alle primarie di coalizione.

di Lino DE MATTEIS

Al ruolo di sedotta e abbandonata la senatrice Adriana Poli Bortone proprio non ci sta. Convinta a candidarsi dal suo partito, Forza Italia, la lady di ferro salentina si è vista rifiutare da buona parte del centrodestra leccese, che, invece di fare quadrato attorno ad una personalità di sicuro prestigio ed esperienza come lei, ha chiesto di tenere le primarie di coalizione per scegliere il candidato sindaco, che si dovrà eleggere, nella prossima primavera, dopo le dimissioni di Carlo Salvemini colpito dall' "anatra zoppa". La mancata e corale acclamazione della sua candidatura da parte del centrodestra salentino, come si aspettava lei, suona invece come un vero e proprio sfregio personale a chi può vantare un curriculum politico di tutto rispetto, essendo già stata sindaco di Lecce, parlamentare, europarlamentare, ministro e fondatore del movimento “Io Sud”.  

Ma, una volta tirata nell’agone politico e aver deciso di scendere in campo, non è nel carattere di Adriana Poli Bortone tirarsi indietro. Ed eccola, allora, da sola, lanciare la sfida al centrodestra delle primarie, puntando alla costituzione di un terzo polo attraverso un gruppo di liste civiche moderare di centrodestra pronte a sostenerle. Sfida che lancerà sabato prossimo, quando presenterà la sua candidatura alla città, nel corso di una convention organizzata dalle associazioni e dai movimenti civici che la appoggeranno elettoralmente. Una sfida che più che al centrosinistra sembra rivolta ai partiti di centrodestra e ai loro leader, che non hanno voluto sostenere la sua candidatura senza le primarie.  

La scelta di Adriana Poli Bortone di andare dritta per la sua strada sta creando non pochi problemi ed imbarazzi al centrodestra leccese, ancora in alto mare per la scelta del candidato sindaco. Ma non poche difficoltà ha creato anche dentro il suo partito, Forza Italia, che si trova diviso tra chi intende comunque sostenerla elettoralmente e chi vuole candidare un nome di bandiera per partecipare alle primarie della coalizione. E’ evidente che la discesa in campo della senatrice prefigura la costituzione di un terzo polo moderato e di centrodestra, che, pur non pretendendo di vincere le elezioni, potrebbe diventare l’ago della bilancia negli scenari del dopo voto, soprattutto se nessuno dei candidati vincerà al primo turno e si dovrà andare al ballottaggio.

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy