Lecce

Al buio l’anfiteatro romano

  • Sabato, 10 Agosto 2019
Al buio l’anfiteatro romano

L’importante testimonianza di epoca romana, nella centralissima piazza Sant’Oronzo a Lecce, avvolta dalla penombra.

Avvolto dalla penobra l'anfiteatro romano di Lecce, l'importante monumento di epoca romana, risalente all’età augustea, situato nella centralissima piazza Sant'Oronzo, punto di riferimento e meta di migliaia di visite da parte dei turisti che, soprattutto durante l’estate, arrivano in città. L’anfiteatro, quest’anno, è stato giustamente sottratto all’utilizzazione per spettacoli ed eventi vari, ma questo non vuol dire dimenticarlo e non valorizzarlo come si dovrebbe, essendo uno dei monumenti simbolo della città. Durante le ore serali, il monumento resta avvolto dalla penombra, vivendo di luce riflessa delle altre illuminazioni della piazza Sant'Oronzo. Eppure basterebbero poche luci, collocate in modo strategico, per valorizzarlo ed esaltare la sua bellezza anche durante le ore notturne. L'anfiteatro romano, insieme al teatro (questo sì opportunamente illuminato), è il monumento più espressivo dell'importanza raggiunta da Lupiae, l'antenata romana di Lecce, tra il I e il II secolo d.C.. Il monumento venne scoperto durante i lavori di costruzione del palazzo della Banca d’Italia, effettuati nei primi anni del '900. Le operazioni di scavo per riportare alla luce i resti dell'anfiteatro iniziarono quasi subito, grazie alla volontà dell'archeologo salentino Cosimo De Giorgi, e si protrassero sino al 1940. Attualmente è possibile ammirare solo un terzo dell'intera struttura, in quanto il resto rimane ancora nascosto nel sottosuolo di piazza Sant'Oronzo.

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2019 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy