LECCE/ Il commento del senatore M5s Romano

«Il ticket va inquadrato nelle norme»

  • Martedì, 08 Settembre 2020
«Il ticket va inquadrato nelle norme»

«Non si tratta di "cacciare i mercanti dal tempio", ma di far ricadere nel giusto alveo iniziative che, se pur pregevoli nelle intenzioni e nei fini, devono trovare il corretto inquadramento giuridico all'interno di un sistema ordinamentale che valga per tutti, senza equivoche eccezioni».

«Non si tratta di "cacciare i mercanti dal tempio", ma di far ricadere nel giusto alveo iniziative che, se pur pregevoli nelle intenzioni e nei fini, devono trovare il corretto inquadramento giuridico all'interno di un sistema ordinamentale che valga per tutti, senza equivoche eccezioni», ha commentato il senatore del M5s Iunio Valerio Romano, sulla sua pagina facebook, la risposta che il Ministero dei Beni Culturali ha dato all’interrogazione, di cui è primo firmatario, presentata nello scorso ottobre in merito al ticket turistico per l'ingresso in quattro chiese di Lecce (Duomo, Santa Croce, San Matteo e Santa Chiara) previsto nell'ambito del progetto "LeccEcclesiae - Alla scoperta del Barocco" e affidato dall'Arcidiocesi ad "ArtWork", società cooperativa sociale con sede a Lecce.
«Poco meno di un anno fa depositavo un'interrogazione parlamentare in ordine all'introduzione di un ticket d'ingresso ad alcune chiese della mia città. Nulla contro l'iniziativa in sé e i relativi fautori, ma solo l'occasione per fare chiarezza sull'annosa querelle in ordine al ristoro economico legato alla fruizione di luoghi di culto che rappresentano, altresì, beni culturali di notevole pregio artistico oltre che religioso», ha scritto il senatore Romano, «ebbene, la risposta si è fatta attendere un po', ma è stata per certi versi illuminante e potrebbe rappresentare un utile precedente».
«In essa – sottolinea Romano – si legge che "dal regolamento di accesso, che prevede in via generale un ticket per l'ingresso alle 4 chiese leccesi, individuando specifiche eccezioni alla norma generale, si potrebbe rilevare un sostanziale ribaltamento delle destinazioni d'uso degli edifici, per i quali sembra prevalere lo sfruttamento economico della dimensione turistico-culturale rispetto all'originaria funzione cultuale. Va tuttavia specificato che, dal punto di vista strettamente giuridico, l'accesso gratuito per finalità turistiche ai luoghi di culto non costituisce un diritto esigibile nei riguardi dei responsabili della loro gestione, essendo tutelato il solo diritto dei fedeli di partecipare alle funzioni liturgiche (canone 1221) e l'esercizio della pietà. È invece demandata ai soggetti responsabili della gestione delle singole chiese la possibilità di regolamentare la disciplina di accesso per gli usi diversi, prevedendo quindi che l'ingresso possa anche non essere gratuito per finalità turistico-culturali, senza che ciò si traduca in una lesione del diritto di accesso dei fedeli. Va altresì rilevato che l'obbligo di pagare un ticket per l'accesso agli edifici sacri presenta profili confliggenti con il criterio di destinazione e apertura integrale al culto pubblico che la normativa italiana considera requisito indispensabile affinché un immobile possa avere la qualifica di edificio destinato all'esercizio pubblico del culto cattolico, riconoscendo un peculiare regime giuridico strettamente connesso alla soddisfazione dei bisogni spirituali della popolazione". E, infine, "l'ingresso libero e gratuito dovrebbe costituire la regola, derogabile in casi eccezionali, pur garantendo sempre e comunque la possibilità dell'accesso gratuito a quanti intendono recarsi in chiesa per pregare e ai residenti nel territorio comunale. La ratio, ribadita ancora una volta, appare quella di considerare come prevalente la finalità cultuale su quella culturale-turistica, circoscrivendo la possibilità di sottrarre l'edificio alla libera fruizione della collettività a limitate e motivate eccezioni"».

Il Grande Salento Direttore Lino De Matteis - Testata iscritta al n. 3/2014 del Registro Stampa del Tribunale Lecce - Cell. +39 335 8281686 - redazione@ilgrandesalento.it | Editore: Glocal Editrice Lecce | Powered by Clio S.r.l. Lecce | Glocal Editrice © copyright 2018-2020 | Tutti i diritti riservati | Privacy policy